L'area metropolitana di Messina e Reggio "raccontata" dalle monete antiche

Mercoledì 13 Dicembre
Ore 16,00
Istitituto Superiore Antonello da Messina

 

Nell’ambito del Mediterraneo antico Reggio e Messina sono le prime città ad avere sperimentato, nei primi decenni del V sec. a.C., l’uso di una moneta “unica”. Le loro monete furono caratterizzate dalle medesime immagini,  distinguendosi  soltanto per il nome degli emittenti: MESSENION e REGINON. Come oggi per l’euro,  anche in età antica, le coniazioni di una moneta “comune” esprimevano la volontà di formare una comunità non solo economica ma anche sociale e politica. La moneta unica agevolava il libero scambio e la formazione di un “sistema integrato” che rafforzava il ruolo delle  Città dello Stretto quale crocevia e cerniera fra l’Oriente e l’Occidente Mediterraneo. Testimoni parlanti delle loro relazioni internazionali sono le immagini che furono adottate sulle  monete che coniarono.

 

La relatrice: Maria Caltabiano Caccamo

Maria Caltabiano Caccamo, già Professore ordinario di Numismatica dell’Università degli Studi di Messina (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.), è Vicepresidente del Committee dell’International Numismatic Council  e  Presidente del Comitato scientifico ed organizzativo del XV International Numismatic Congress, Taormina 20-25 September 2015 (www.xvcin.unime.it).

E’ stata Direttore del Dipartimento di Scienze dell’Antichità dell’Università di Messina (1998-2004) e Coordinatrice del Dottorato di ricerca in Scienze Archeologiche e Storiche (Università consorziate Messina, Catania e Palermo, 1994-2016). Ha promosso e coordinato il Progetto internazionale DRACMA (Diffusion and Research on Ancient Coinage of the Mediterranean Area) sostenuto finanziariamente dalla Comunità Europea (Programma Raphael 1996-1998), avente per obiettivo la valorizzazione e fruizione dei beni numismatici. Ha promosso il "Lexicon Iconographicum Numismaticae Classicae et Mediae Aetatis", in collaborazione con le Università di Bologna, Genova e Milano e il patrocinio dell’International Numismatic Council e dell’Accademia dei Lincei. Ha ideato D.I.A.N.A., il Digital Iconographic Atlas of Numismatics in Antiquity (http://ww2.unime.it/diana); dirige la Collana "Semata e Signa. Studi di Iconografia monetale".

E’ autrice di più di 200 pubblicazioni relative alla monetazione siciliana e magno-greca, a quella romano–repubblicana, alle monete della Macedonia e dell’ Egitto in età ellenistica, al lessico numismatico greco, all’iconografia e all’iconologia monetale.

Ha organizzato Congressi Nazionali e Internazionali  in cui lo studio della moneta è stato sempre affrontato con un approccio interdisciplinare e multidisciplinare.

 

Curriculum completo