Fior da fiore

Piace ai Convenuti ed agli Assenti cogliere un ‘fior da fiore’ del concerto di giorno 22 dicembre 2017 presso la Basilica Cattedrale di Messina, e se pure non è possibile trascrivere i suoni melodiosi e i virtuosismi di alto livello della prestazione artistica degli Esecutori, il richiamo ai messaggi verbali - di taglio religioso, e non secondariamente laico per tutti includere -  conforta quella aspirazione alla pace invocata a motto della serata: “È natale per tutti: abbracciamo la pace nel mondo sulle ali della musica”.

Per questo, dunque, è qui piaciuto richiamare in lingua italiana solo il fior da fiore estratto dai detti messaggi (non è infatti una traduzione dalla lingua straniera in cui i prestigiosi brani si offrono, né un riassunto!): messaggi universali prodotti nel tempo e nello spazio, in tutte le loquele europee.

Va qui in contesto doverosamente enfatizzata la prestazione di grandissima qualità degli Artisti: Agnese Carruba, Cecilia Foti, e Federica D’Andrea, parallelamente quella di Melo Mafali, Giovanni Alibrandi, Giuseppe Corpina, Antonio Cicero, Pierangelo La Spada, Flavio Gullotta e Alessandro Blanco, in forza i primi quali solisti del ‘Glorius Vocal Quartet’ ed i secondi come Orchestra da Camera ‘Sinfonietta’,  e per nulla non di meno quella del Gruppo Corale ‘Liceo Maurolico’, oggi in voluta continuità grazie alla dirigente scolastica Giovanna De Francesco; ma non va sottaciuto il poderoso impegno organizzativo di Angelo Miceli, presidente di ADSeT.

E va reso un grazie di cuore ai giovani dell’‘Antonello’ preposti all’accoglienza.

          Questa brillante Squadra si è avvalsa della ammissione al prestigioso Tempio Cristiano concessa da Sua Eccellenza l’arcivescovo metropolita Mons. Giovanni Accolla e dell’indispensabile concorso organizzativo garantito zelantemente da padre Giovanni Lombardo; ad Essi si sono stretti in supporto partecipativo gli sponsor Università Telematica Pegaso e Restuccia Assicurazioni, laddove altri Sodalizi cittadini hanno fornito un loro apporto aggiuntivo: l’Associazione Culturale Liceo Maurolico, presidente il preside Antonino Grasso,  AIIG-Associazione tra gli insegnanti di geografia, presidente la professoressa Nancy Messina, e Accademia Culturale Zanclea, presidente il preside Claudio Stazzone.

Il grande cuore degli Astanti tutti, in più ha in seno all’evento generosamente versato il suo contributo di solidarietà agli angeli del soccorso del Comitato Provinciale CRI-Croce Rossa Italiana di Messina, di cui è presidente Dario Bagnato.

 

Ed ecco il fior da fiore del messaggio colto-artistico della serata in seno ai brani musicali:

 

Non posso evitare di innamorarmi di te (Can’t help falling in Love)

I saggi dicono: solo gli sciocchi non cambiano.

 Prendi la mia mano, prendi anche tutta la mia vita, perché non posso evitare di amarti. Dolcezza, funziona così.

 

Notte Silenziosa (Silent Night)

Notte silenziosa, notte santa! tutto è calmo, tutto è luminoso intorno alla Vergine, alla madre e al bambino, bambino santo, così tenero e mite. I pastori tremano alla vista! È nato Cristo il Salvatore figlio di Dio, luce pura dell'amore


Alleluja  ( Hallelujah)

Ho sentito di un accordo segreto Suonato da David e gradito al Signore: alleluia (preghiamo, lodiamo) è un’esplosione di luce. In ogni parola mi ergerò davanti al Dio della canzone. E dalle mie labbra altro non uscirà che Alleluja.

 

Ave Maria (di Piazzolla)

Ave Maria, Madre nostra.
Ognuno pensa solo a sé non c'è più pietà ci sentiamo soli
Ave Maria prego Te; Tu sai quanto dolore c'è, risveglia un po' d'amore di calore e la speranza che non c'è.

Credo in Te.
Vedi che non sappiamo più chi siamo ormai; tutti così confusi, noi figli Tuoi, uomini fragili.
Madre Tu che puoi aiutaci

 

Canto Delle Campane (Carol of the Bells)

Ascolta! come le campane, sembrino dire: “butta via le preoccupazioni! il Natale è qui  e porta tanta allegria ai giovani e agli anziani”;  ding dong ding dong, questa è la loro canzone.

Con un suono gioioso tutte cantano parole di tanta allegria, che si sentono provenire da ogni parte a riempire l'aria del Natale. Natale  è qui, buon Natale.

 

Inno del bianco inverno (White Winter Hymnal)

Stavo seguendo il branco, per far sì che le loro testoline non cadessero nella neve, mi sono girato e tu cadevi e facevi diventare la bianca neve rossa, come le fragole d’estate

Serenata Al Chiaro Di Luna ( Moonlight Serenade)

 La canzone che canto è al chiaro di luna. Sono qui in attesa del tocco della tua mano. Le rose sospirano una serenata al chiaro di luna. Le stelle rifulgono e questa notte la loro luce mi fa sognare.

 

Abete di Natale

Nel buio sui rami tuoi scintillano luci: accanto ad un presepe c'è l'Abete di Natale. Ricordi a tutti gli uomini i doni che i pastori portarono al bambin Gesù la notte di Natale. Nel gelo dell'inverno sei un segno di speranza per l'uomo di buona volontà.
 

Non preoccuparti, sii felice (What’s Up? Don’t Worry, be Happy)

Non preoccuparti, sii felice: ognuno di noi nella vita ha dei problemi, ma se ti preoccupi i problemi si raddoppiano; non preoccuparti, sii felice perché quando sei preoccupato il tuo volto si incupisce, e questo porterà tutto giù. Metti un sorriso sul tuo viso, non abbattere tutti così, non preoccuparti, presto passerà, qualsiasi cosa sia.

 

Il suo sguardo dal cielo mi libera (His Eyes is on the sparrow)

Perché dovrei sentirmi scoraggiato, perché dovrebbe tornare l'ombra, perché dovrebbe il mio cuore sentirsi solo, e lontano dal paradiso e da casa, quando Gesù è con me? Il mio amico più fedele è Lui: col suo sguardo dal cielo so che Lui mi guarda; "Non lasciare che il tuo cuore sia turbato", sento la sua dolce parola. E riposando sulla Sua bontà, perdo tutti i dubbi e le paure; quando la speranza dentro di me muore; traccio il mio cammino verso Lui, che con la sua protezione mi libera.

 

Panis Angelicus

Il pane degli angeli diventa pane degli uomini; nel pane del cielo il servo, il povero, l'umile mangia il Signore.

Chiediamo a Te, Dio uno e trino, di visitarci, come noi Ti adoriamo.

Per le Tue vie portaci dove tendiamo, alla luce in cui tu abiti                                    .
 

Natale, Natale è nato il Redentore (Noel Noel, è nato il Redentor)

Guardarono in alto e videro una stella, splendeva ad Est ben lontana e illuminava la Terra con la sua forte luce, e continuò a farlo notte e giorno.

È Natale, è nato il re d'Israele!

E grazie alla luce della stessa stella tre saggi uomini vennero da un paese lontano; il loro intento era cercare un re: questa stella disegnò la notte verso il nord-ovest e riposò sopra Betlemme.

 

Gli angeli delle campagne

Gli angeli nelle campagne cantano l'inno "Gloria in ciel"! E l'eco delle montagne ripete il canto dei fedeli: “Gloria in Excelsis Deo!” Oggi è nato in una stalla nella notturna oscurità. Egli, il Verbo, che s'è incarnato e venne in questa povertà.

 

Giorno felice (Oh Happy Day)

oh, Giorno Felice, quando Gesù ha purificato i miei peccati; mi ha insegnato come guardare e pregare; mi ha donato la luce: così che io possa essere, così che io possa vedere.

 

Su questi messaggi ci siamo baciati ed abbracciati fraternamente

 

Evento correlato

Concerto di Natale 2017