Cose di Cosa Nostra – Libri per la Legalità

“In Sicilia la mafia colpisce i servitori dello Stato che lo Stato non è riuscito a proteggere”. Si chiude con questa famosa citazione, diventata uno dei motti più conosciuti della lotta contro la mafia dopo gli anni delle stragi, il libro del giudice Giovanni Falcone e della giornalista Marcelle Padovani ‘Cose di Cosa Nostra’, edito da Rizzoli. Un testo che oggi all’indomani della morte di uno dei capi di Cosa Nostra, Salvatore Riina, merita di essere letto (o riletto) e approfondito.

Il saggio è frutto di venti interviste che la giornalista francese fece al magistrato palermitano tra il marzo e il giugno 1991, quasi un anno prima della strage di Capaci in cui Giovanni Falcone perse la vita con sua moglie, il magistrato Francesca Morvillo, e i tre agenti della scorta.

  Leggi l'articolo originale